Florence Art News: Registrazione al Tribunale di Firenze N° 4623 del 19/9/1996 - CatPress: Registrazione al Tribunale di Firenze N° 4890 del 2/6/1999
Blue Planet e Fotoreporter On Line sono supplementi di CatPress - Direttore responsabile: Sandro Pintus
  Ciao Ospite! Home  ·  Contattaci  ·  Raccomandaci  
Agenzia di stampa  ·  Florence Art News  ·  Blue Planet  ·  Fotoreporter On Line
Traduci con Google

Siamo associati con Amazon


Cerchi libri in inglese?
Motori di ricerca
Amazon.com
Amazon UK


Electronic Bestsellers




1966: L'alluvione di Firenze


Il 4 novembre del 1966
l'Arno allagava la città.
Le immagini e i racconti
di quei giorni in un libro.
Dal senatore USA
Ted Kennedy
al prof.Umberto Baldini,
dal ministro Vannino Chiti
al prof. Alfio Del Serra
Leggi la recensione

Vai a vedere il libro


Pubblicità

Ambiente: Ozono, perdita record sull'Artico

Blue Planet

Le misurazioni del satellite per l’osservazione della Terra Envisat dell'Esa-Agenzia spaziale europea parlano chiaro. Durante il periodo che va tra marzo e aprile 2011 lo strato di ozono che copre l'Artide ha subito una perdita record.




---Pubblicità---




Il satellite Envisat dell'Agenzia spaziale europea
(Foto: courtesy Esa)

La causa, secondo quanto si legge nel sito dell'Esa, dipende un fenomeno atmosferico con venti insolitamente forti chiamato "Polar vortex" che isola la massa atmosferica del Polo Nord impedendo che i venti dell'estremo nord si uniscano con quelli delle medie latitudini.

Il vortice polare ha creato temperature e condizioni molto simili a quelle dell'Antartide. I raggi solari hanno contribuito a creare atomi di cloro e bromo, prodotti dei clorofluorocarburi (CFC) che, nella parte bassa dell'atmosfera, a circa 20 km. di altitudine, distruggono lo strato di ozono.
   
"Le temperature stratosferiche nell’Artico a livello della stratosfera mostrano forti variazioni da inverno a inverno - si legge nel sito Esa - L’ultima volta che si sono registrate temperature stratosferiche insolitamente basse sul Polo Nord è stato nel 1997".

"I ricercatori stanno tentando di capire perché in questi due anni gli inverni artici siano stati così rigidi e se questi eventi, apparentemente casuali, siano invece statisticamente correlati al cambiamento climatico globale".

Ma per il WMO-Organizzazione mondiale meteorologica, agenzia delle Nazioni Unite, la causa è dovuta soprattutto al persistere di sostanze nocive nell'atmosfera terrestre. (sp)

(16 aprile 2011)

Vedi anche:
- Il buco d'ozono sull'Europa e l'Italia
- Buco dell'ozono e i danni alla salute e all'ambiente
- Scheda: Unità Dobson e spettrometro
- Protezione dai raggi UV
- Gli effetti dei raggi UV sulla salute

---Pubblicità---


 
Links Correlati
· Inoltre Blue Planet
· News by Redazione-web


Articolo più letto relativo a Blue Planet:
La situazione delle foreste nel mondo


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


Spiacente, non sono disponibili i commenti per questo articolo.

 
CatPress © 1999-2017
Via Ponte all'Asse, 16 - 50144 Firenze, Italia
tel. e fax (+39) 055 368997 - fax (+39) 178 6070796

Contattaci

Allestito da

Preparato con PHP-Nuke - v.Donkeys76
Fight Spam! Click Here!


PHP-Nuke è un software libero rilasciato con licenza GNU/GPL.
Versione PHPNuke Donkeys by www.phpnukefordonkeys.com
Webmaster Gennaro Cinquegrana (rino) & Christian Gentile (MisterMAD)